Temperatura – HACCP

Temperatura. Fattore importantissimo nell’applicazione corretta della metodologia HACCP.

Le temperature più a rischio vanno dai 10°C ai 40°C, importante mantenere la catena della conservazione dell’alimento indicata nel Manuale di Autocontrollo, dal Ricevimento alla Somministrazione. E’ possibile “misurare” la nostra “bravura” durante le preparazioni alimentari e le operazioni di Sanificazione con analisi chimico-biologiche su attrezzature e superfici. L’esito delle analisi sarà una quantità, ebbene sì, esiste un livello per il quale si può definire un alimento non Contaminato.

E’ impossibile la totale assenza di Batteri, Muffe, Spore, anzi, guai se non ci fossero per l’essere umano, solo la sterilizzazione può garantire una ‘quasi’ totale assenza di Microorganismi.

Altre Info anche whatapp +39 3492317472
costantinialan@gmail.com